Home

DSC_2842 (1280x831)

DSC_2059 (1280x854)

DSC_1776 (1280x853)

..

Ord_giorn_sito

.

maddaloni_2 (820x460)

noi1 (720x540)

Down
pause
Up

Prossimi Appuntamenti

Martedi 24 maggio 2016 – Ore 20:30 – Serata Interclub con il Rotary Club Monfalcone-Grado - Hotel Royal, Sala Feste. Conviviale con coniugi          

Il mio sogno di un distretto Rotariano Ideale

di Raffaele Pallotta di Acquapendente (Past Rotary International Director)

I sogni sono come le conchiglie che il mare ha depositato sulla riva. Bisogna raccoglierle e ascoltare la loro voce. Ha scritto Romano Battaglia. Freud sosteneva che “il sogno è utile per difendersi dall’ ansia”. Secondo tale teoria psicoanalitica classica, il sogno sarebbe la realizzazione allucinatoria durante il sonno di un desiderio inappagato durante la vita diurna. A volte capita di acquisire consapevolezza del fatto di trovarsi in un sogno. Essendo coscienti del fatto che tutto l’ambiente è una creazione della nostra mente, è possibile manipolare a piacimento gli oggetti e gli eventi del nostro sogno. Quale che sia la definizione del sogno, voglio raccontarvi il mio sogno ricorrente in questo periodo della vita distrettuale rotariana.  Continua>>

Nania: un anno di presidenza in 5 minuti

La Voce del Rotary Club Napoli

  • Lunedì 9 Febbraio ad Amantea (CS) il Prof. Gaeteno De Donato ha incontrato la cittadinanza per una giusta, opportuna prevenzione.

No-Ictus_AmanteaSi è svolto l’evento, in  InterClub con Club Amantea e altri 14 Club della Calabria,  presso la Sala Convegni Hotel La Tonnara ad Amantea (CS) con la relazione del Prof. Gaetano de Donato, Governatore 2016/17  Distretto 2100 su  “Rotary-No Ictus, Screening Program – Diritto alla Salute, Risparmi e Innovazioni di sistemi” Primario Ospedaliere di chirurgia vascolare per 26 anni a Napoli, 13.500 interventi, 450 lavori scientifici, 3 libri pubblicati, coordinatore di 22 centri di chirurgia vascolare, relatore in USA, Londra, Marsiglia. Una notevole esperienza al servizio della comunità. Introduzione all’incontro a cura del Dott. Kamal Abu-Taleb

 

  • Un appello per Napoli

 La città di Napoli merita una nuova occasione di rilancio e al governo chiediamo di esserle vicino, garantendole gli strumenti necessari per salvarla dal default. Non invochiamo “leggi speciali” -pur concesse negli ultimi anni a Roma, Palermo e Catania- ma l’adozione di provvedimenti che consentano alla terza città d’Italia di rientrare dai suoi debiti pregressi nel modo meno traumatico possibile. Nessuna forma di assistenzialismo, sia ben chiaro, ma un impegno concreto e uno sforzo di idee per garantire che non siano interrotti o limitati servizi indispensabili alla cittadinanza. Avendo, infatti, aderito al decreto Salva Comuni, l’amministrazione municipale, pur di vedersi garantire liquidità, ha dovuto contrarre nuovi debiti, con conseguenti limitazioni sui servizi e sugli investimenti. Alla fine, in questa situazione, sono i cittadini a dover pagare colpe non proprie, a causa di sperperi e scelte sbagliate del passato. Napoli recentemente ha saputo rialzarsi da sola dopo gli anni dell’emergenza rifiuti. Confidiamo in un tempestivo intervento del governo per evitare, adesso, pericolosi salti nel buio continua>>

 Facebook   twitter